Progetto

Siamo una generazione indoor. Trascorriamo il 90% del nostro tempo in spazi chiusi, rinunciando alla luce naturale e all’aria aperta, respirando aria fino a cinque volte più inquinata di quella esterna.

La scienza ha dimostrato che vivere così ha conseguenze per la nostra salute e il nostro benessere. Bisogna quindi riportare al centro delle nostre vite l’idea di comfort abitativo e benessere della persona.

Il focus del nostro progetto è la Scuola: gli edifici delle scuole italiane sono una minaccia alla salute degli studenti e al loro apprendimento. I livelli di anidride carbonica, polveri sottili PM2.5, biossido di azoto ed altri inquinanti irritanti superano i valori stabiliti dalle autorità sanitarie in materia di inquinamento indoor (dati Progetto Ccm Indoor School, finanziato dalla Commissione Europea e coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità).

È da queste considerazioni – dall’urgenza di invertire la rotta –  che è nato il progetto “Il cambiamento è nell’aria”, presentato a Brindisi il 27 settembre 2019 durante la “Notte della Ricerca”. Sul concetto che una “buona” scuola parte da una “sana” scuola convergono ora intenti e sforzi dei promotori di questa iniziativa che parte da Roma ma ha l’ambizione di estendersi a tutto il territorio nazionale.

Alcuni effetti della ventilazione scarsa e insufficiente

L’aumentare nei paesi industrializzati delle patologie croniche a carattere respiratorio (asma, bronchite acuta cronica) anche nei più giovani ha portato alla realizzazione di una serie di studi e report che mettono in correlazione diretta la cattiva qualità dell’aria all’interno degli edifici scolastici con numerose malattie e difficoltà di concentrazione e quindi di apprendimento.

ECZEMA (17%)

La più frequente malattia della pelle non contagiosa. Caratterizzato dalla presenza di rilievi o vescicole, di desquamazione, di prurito e arrossamento.

RINITE ALLERGICA, TOSSE O ALTRE PATOLOGIE NASALI CRONICHE (9%)

Patologia della mucosa nasale indotta da un’ infiammazione IgE-mediata conseguente all’esposizione allergenica.

ASMA (8%)

L’asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree, caratterizzata dall’ostruzione, generalmente reversibile, dei bronchi.

AUMENTO DI MAL DI TESTA RISPETTO A UN’ARIA PERCEPITA BUONA (+ 96%)

Il mal di testa comune, che i medici identificano con il termine cefalea, è definito dagli stessi come un dolore localizzato all’interno del capo o alla parte superiore del collo.

Lo sapevate?

OLTRE 64 MILIONI DI ALUNNI EUROPEI E 4,5 MILIONI DI INSEGNANTI SONO ESPOSTI AGLI EFFETTI DELLA CATTIVA QUALITÀ DELL’ARIA NEGLI EDIFICI SCOLASTICI.

Percorso formativo

Il cambiamento è nell’aria. #vogliamoinvertirelarotta

La chiave del progetto formativo ruota attorno all’idea di sostenibilità. Termine che indica la capacità di «tenere su» e in questo senso di far durare nel tempo. Una parola che esprime bene un’idea: la crescita economica deve sempre ricordarsi di non distruggere se stessa, ricreando le condizioni del proprio futuro.

Abbiamo bisogno di reinterpretare la visione del nostro tempo in funzione del rapporto intergenerazionale: quale mondo vogliamo consegnare alle generazioni future? Perché l’effetto di ciò che noi chiamiamo sviluppo ha delle conseguenze micidiali, di cui dobbiamo farci carico.

Con questo progetto si intende sviluppare un percorso di sensibilizzazione e formazione che consenta agli studenti di acquisire conoscenze scientifiche, competenze tecniche, e consapevolezza rispetto alla valutazione e diagnosi dell’entità di uno specifico problema, la qualità dell’aria negli edifici scolastici, alle azioni possibili per la sua soluzione, e alle forme di sensibilizzazione degli utenti che rendono efficaci le misure proposte.

La sostenibilità non è il discorso di un'élite. È diventato un problema per tutti.

Sostenibilità è una parola un po’ complicata perché racchiude mille significati: il punto fondamentale è che negli ultimi anni la sensibilità è aumentata molto e la percezione della gente è cambiata.
Dalla società civile alle industrie anche la politica ha bisogno di questa parola per diventare un vero strumento di cambiamento. Abbiamo bisogno di reinterpretare la visione del nostro tempo in funzione di tale rapporto. Perché l’effetto di questo, che noi chiamiamo sviluppo, ha delle conseguenze micidiali, che la gente ha molto chiare.

Lo sapevate?

IL RICAMBIO D’ARIA MINIMO DOVREBBE ESSERE DI 8 LITRI AL SECONDO PER PERSONA E NEL 94% DELLE AULE ITALIANE QUESTO RISULTATO NON VIENE OTTENUTO ANCHE NEL CASO DELLA VENTILAZIONE NATURALE CON APERTURA DELLE FINESTRE AD INTERVALLI PRESTABILITI, CON LA CONSEGUENZA DIRETTA DI RINITI E TOSSE SECCA IN 2/3 DEI RAGAZZI E PERDITA DI CONCENTRAZIONE.

Media

I soggetti promotori del progetto

progetto promosso da

Istituto d’Istruzione Superiore “Margherita Hack” di Morlupo

L’istituzione scolastica “Margherita Hack” è un Istituto d’Istruzione Superiore costituito da due plessi: il Liceo Scientifico e Linguistico “Giuseppe Piazzi”, con sede a Morlupo, e l’I.T.C.G. “Pier Luigi Nervi”, con sede a Rignano Flaminio. Come previsto dalla legge 107/15, la scuola ha individuato insegnamenti ed attività per il raggiungimento di alcuni obiettivi prioritari, tra i quali lo sviluppo nell’ambiente scolastico di comportamenti responsabili per la tutela dei beni ambientali e culturali, la promozione di un sano stile di vita ed il potenziamento delle competenze di cittadinanza attiva.

Libera Università di Bolzano

La Libera Università di Bolzano è una istituzione riconosciuta nell’ambito della ricerca scientifica, sia a livello nazionale che oltre i confini italiani. I progetti di ricerca riguardano problematiche globali di carattere ambientale, economico, sociale o legate all’innovazione tecnologica. Affrontano le questioni dell’utilizzo sostenibile delle risorse, dello sviluppo socio-economico e della formazione permanente nel contesto locale favorendo l’interazione con le imprese del territorio.

Università IUAV di Venezia

Iuav è un’università speciale.
Una scuola di talenti nota e apprezzata ovunque, collocata in una città come Venezia unica per stile di vita, bellezza, cultura.
Un ambiente internazionale, che promuove esperienze di studio e tirocinio in Italia e all’estero, il confronto con studenti stranieri e che anticipa i temi legati ai nuovi mestieri, costruendo competenze per uno scenario mondiale.

Università di Trento

Fondata nel 1962, l’Università di Trento ha puntato sulla costruzione di alleanze e complementarità con istituzioni e organizzazioni italiane e straniere. Nel 1982 la Libera Università di Trento venne trasformata in università statale, con uno statuto che garantiva competenze di autogoverno.
Oltre 16.000 studenti, circa 600 tra docenti e ricercatori e altrettanti fra personale tecnico e amministrativo: i numeri parlano di un ateneo in grado di offrire un ambiente ideale di studio e ricerca.

Enea

L’Enea è l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. Sin dalla nascita negli anni ’60, i suoi punti di forza sono la ricerca applicata, il trasferimento tecnologico e l’assistenza tecnico-scientifica a imprese, associazioni, territori, amministrazioni centrali e locali: anche per questo, diversamente da altri enti di ricerca, il riferimento istituzionale è il Ministero dello Sviluppo economico.

Agorà

Operiamo in un mondo complesso, quale quello del marketing, dove per lo più sono i grandi gruppi a farla da padrone. Eppure la quotidiana esperienza sul campo ci ha insegnato che proprio quello che apparentemente costituisce un elemento debole, può rivelarsi al dunque l’autentico punto di forza. Il nostro obiettivo è diffondere conoscenze, mettendo insieme il mondo degli esperti e delle aziende con gli operatori di settore e fornire strumenti tecnici ai professionisti ed alle imprese, indirizzandoli verso una maggiore consapevolezza, così da raggiungere il miglior risultato in termini di impatto ambientale, risparmio energetico, benessere abitativo, convenienza economica.

con il patrocinio di

Save The Planet

Save The Planet ONLUS nasce con lo scopo di promuovere progetti, azioni e soluzioni concrete per aiutare il nostro pianeta e tutelare l’ambiente.
Informazione, cambiamenti di stili di vita e progetti collettivi sono i mezzi che abbiamo a disposizione per ottenere risultati tangibili e concreti riguardo al cambiamento climatico, alle malattie globali e alle catastrofi ecologiche.

partner tecnico

Aircare

Passiamo il 90% del nostro tempo all’interno di ambienti indoor. Una scarsa qualità dell’aria può avere ripercussioni negative sulla salute, il benessere e la produttività.
Aircare® non misura solo la qualità dell’aria. Monitora anche il comfort ambientale e l’inquinamento elettromagnetico. Riteniamo che questi tre fattori siano quelli fondamentali per avere un buono stato di benessere indoor.

Lo sapevate?

L’85% DEGLI STUDENTI È ESPOSTO A POLVERI SOTTILI IN CONCENTRAZIONI BEN SUPERIORI AI VALORI PER METRO CUBO STABILITI DALL’OMS COME SOGLIA DI PERICOLO.

Sei curioso e vuoi saperne di più?

Contattaci

Agorà
Via Boncompagni, 79 – 00187 Roma

Tel.: (+39) 06 42020605
Fax: (+39) 06 42390693
Email: agora@agoraactivities.it

Compila il form con la tua richiesta

Nome*

Cognome*

Messaggio